Il caldo contribuisce a scatenare gli incendi e induce le autorità a programmare blackout (Keystone)

California piagata su tre fronti

Lo Stato USA deve vedersela con 600'000 casi di Covid-19, i roghi boschivi e ora i blackout programmati dovuti al gran caldo di questi giorni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Non c’è pace per la California, che oltre agli incendi che stanno devastando varie aree boschive e al Covid-19 che la pone tra gli Stati più flagellati dalla pandemia, ora deve fare i conti anche con il gran caldo, che obbliga le autorità a organizzare blackout programmati.

 

L'emergenza caldo obbliga infatti la California a prendere questa misura estrema, attuata per la prima volta dal 2001 e che prevede l’attuazione di tutta una serie di blackout programmati a rotazione per affrontare il boom della domanda elettrica causato dalle elevate temperature, che spingono a un uso incessante di aria condizionata e ventilatori.

 

Si tratta appunto di una mossa drastica e che si va ad aggiungere alla più che pressante emergenza coronavirus, che vede la California come il primo Stato americano a sfondare quota 600’000 casi.

ATS/AFP/EnCa
Condividi