La petroliera britannica in un'immagine d'archivio (keystone)

Cargo fermo a Bandar Abbas

L'Iran giustifica il sequestro della petroliera britannica: "Si è scontrata con un peschereccio"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La petroliera britannica Stena Impero è stata sequestrata venerdì dalle autorità iraniane "per essersi scontrata con un peschereccio e per non aver risposto alla richiesta di spiegazioni". Lo ha annunciato sabato Allahmorad Afifipour, direttore generale dell'autorità del porto di Bandar Abbas, nella provincia iraniana di Hormozgan dove nelle ultime ore è stato portato il cargo.

 

Indicando le ragioni del sequestro, i Pasdaran avevano inizialmente parlato di una generica violazione delle leggi della navigazione. Ventitre le persone a bordo dell'imbarcazione, le quali non potranno scendere a terra fino al termine degli accertamenti.

Il ministro degli Esteri inglese Hunt ha chiesto l'immediato rilascio della nave e minacciato conseguenze se ciò non dovesse avvenire.

 
ATS/Bleff
Condividi