Militari siriani con una postazione lanciarazzi (keystone)

Damasco ha Tel Aviv nel mirino

L'ambasciatore siriano all'ONU minaccia ritorsioni contro lo scalo israeliano dopo l'attacco dello Stato ebraico

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Siria potrebbe rispondere all'attacco israeliano all'aeroporto di Damasco con un attacco "simmetrico" allo scalo di Tel Aviv. Lo ha dichiarato l'ambasciatore di Damasco all'ONU, Bashar Jafaari, durante una riunione del Consiglio di Sicurezza.

"Se il Consiglio non adotta misure per fermare la ripetuta aggressione israeliana in Siria - ha detto Bashar Jafaari - Damasco eserciterà il suo legittimo diritto all'autodifesa e risponderà all'aggressione all'aeroporto di Damasco nello stesso modo, attaccando l'aeroporto di Tel Aviv".

L'aviazione dello Stato ebraico è passata all'azione con "un avvertimento" che ha colpito obiettivi dell'Iran nella zona di Damasco, aeroporto compreso, in seguito a un missile terra-terra iraniano lanciato verso una località sciistica sul Monte Hermon (Alture del Golan, occupate e controllate da Israele).

Il bilancio diverge a seconda delle fonti: per l'Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (ONDUS) l'attacco ha provocato 11 morti tra miliziani e soldati siriani; fonti russe hanno invece indicato 4 morti tra i militari di Bashar al Assad.

ATS/M. Ang.

 

 

Condividi