Dopo le piogge il troppo caldo

Le temperature in Giappone dopo le alluvioni potrebbero superare i 35 gradi - Almeno 7'200 i residenti costretti a lasciare le proprie abitazioni

Le vittime delle piogge torrenziali che hanno colpito il centro occidentale del Giappone la scorsa settimana sono salite a 176 morti e una sessantina di dispersi.

L’agenzia nazionale avverte che le temperature nelle aree devastate dalle alluvioni potrebbero superare i 35 gradi a partire da mercoledì. A rischio di colpi di calore e intossicazioni alimentari, per via del caldo persistente, sono almeno 7'200 i residenti costretti a lasciare le proprie abitazioni e a vivere nei centri di accoglienza.

Secondo il ministero della Salute, l'approvvigionamento di acqua potabile risulta interrotto in 255'000 case in 12 prefetture, e quasi 16'000 complessi abitativi hanno subito il blocco delle linee telefoniche e la connessione a internet.

Il primo ministro Shinzo Abe, che ha annullato tutti i suoi appuntamenti dall’agenda tra cui il viaggio in Europa, si sta recando nelle zone sinistrate dal maltempo.

ATS/sf

ATS/Nad
Condividi