E se la Gioconda fosse messicana?

Un'artista latino-americana ha rivisitato le figure più famose della cultura pop e le ha rese più ispaniche

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Provate a immaginare se il primo presidente degli Stati Uniti George Washington, la Statua della Libertà, Mickey Mouse fossero messicani. È questa la sfida che ha lanciato Linda Vallejo, l'artista che ha trasformato i volti delle figure più famose della cultura pop rendendoli più "ispanici". Il motivo? La 68enne, con origini messicane, è cresciuta in Alabama dove ha vissuto e subito la segregazione razziale; oggi invece guarda con preoccupazione alle politiche anti-immigrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Le opere, che lei definisce "brown" sono esposte a Los Angeles di fronte a una piazza e un bazar in stile messicano. La popolazione ispanica nel Paese si aggira attorno ai 58 milioni e la maggioranza dei cittadini è statunitense.

Linda Vallejo, "armata" di vernice marrone, vuole combattere contro il razzismo: "Sono come una bambina che con un pastello sta disegnando la sua bambola marrone. Sto facendo diventare il mondo marrone come me, così da sentire un senso di appartenenza".

APe

Condividi