Epstein, le guardie dormivano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Emergono nuove rivelazioni sul caso Epstein: le due guardie carcerarie che avrebbero dovuto vigilare sull'ex miliardario la notte prima del suicidio si sono addormentate lasciando la cella del finanziere senza controlli per almeno tre ore. Gli agenti avrebbero poi falsificato il rapporto per nascondere il loro errore. Lo riporta il New York Times citando fonti investigative dopo che due agenti della prigione federale di Manhattan sono stati rimossi. Jeffrey Epstein, lo ricordiamo, era stato travolto dalle accuse di traffico e sfruttamento sessuale di minorenni ed è stato trovato cadavere sabato scorso nella sua cella in una prigione di Manhattan.
Condividi