Tra i paesi che hanno chiesto la riunione d'emergenza ci sono Francia, Gran Bretagna e Italia (keystone)

Gerusalemme, si mobilita l'ONU

Chiesta una riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza dopo la decisione di Trump. Guterres: "No a decisioni unilaterali"

giovedì 07/12/17 07:27 - ultimo aggiornamento: giovedì 07/12/17 07:50

Otto paesi membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite hanno chiesto una riunione di emergenza sulla decisione del presidente americano Donald Trump di riconoscere Gerusalemme capitale di Israele. E' quanto si è appreso da fonti diplomatiche dell'organismo ONU. La riunione del Consiglio di Sicurezza, chiesta da Bolivia, Egitto, Francia, Italia, Senegal, Svezia, Gran Bretagna e Uruguay, si dovrebbe tenere probabilmente venerdì.

Il segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres, commentando mercoledì la decisione di Trump, ha dichiarato che "solo realizzando la visione di due Stati che convivono in pace e sicurezza, con Gerusalemme capitale di Israele e della Palestina, tutte le questioni sullo status saranno risolte in via definitiva attraverso negoziati". "Dal mio primo giorno qui - ha aggiunto - mi sono costantemente dichiarato contrario ad ogni misura unilaterale che metta a repentaglio la prospettiva della pace".

ATS/M. Ang.

 

Seguici con