Gli USA celebrano Luther King

La commemorazione del leader pacifista cade a pochi giorni dalle frasi di Trump sugli "Stati latrina"

Gli Stati Uniti celebrano il Martin Luther King Day, in memoria del leader dei diritti civili assassinato nel 1968. La ricorrenza, che cade nel terzo lunedì di gennaio, è stata ufficialmente riconosciuta da tutti gli Stati nel 1993. A quasi 50 anni dalla morte del premio Nobel per la pace, i suoi messaggi di non violenza continuano ad essere una fonte di ispirazione per tanti.

Uno dei suoi discorsi memorabili è quello tenuto durante la marcia per il lavoro e la libertà nel 1963. "Ho un sogno: che un giorno questa nazione si sollevi e viva appieno il vero significato del suo credo: 'Riteniamo queste verità di per sé evidenti: che tutti gli uomini sono stati creati uguali'", disse davanti al Lincoln Memorial di Washington.

Parole che risuonano ancora più significative a pochi giorni dalle affermazioni del presidente Donald Trump, che ha definito "Stati latrina" ("shit-hole countries"), i luoghi di provenienza di alcuni immigrati, provocando reazioni di indignazione in tutto il mondo.

eb

 
Condividi