L'uscente Heinz Fischer in un seggio di Vienna con la moglie
L'uscente Heinz Fischer in un seggio di Vienna con la moglie (Keystone)

Grande incertezza in Austria

Paese alle urne per la presidenza: partiti tradizionali in crisi, favoriti destra e indipendenti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Urne aperte oggi, domenica, in Austria per il primo turno delle elezioni presidenziali. Gli ultimi sondaggi evidenziano un clima politico incerto con i partiti tradizionali (dal 2008 riuniti in coalizione per guidare il Paese) in grandi difficoltà. Alla carica sono legati poteri in gran parte onorifici, ma la chiamata alle urne dei 6,4 milioni di elettori per scegliere il successore di Hans Fischer in carica dal 2004 rappresenta un importantissimo banco di prova in vista delle legislative.

Il dato che emerge è che difficilmente il vincitore farà parte di uno dei due partiti che hanno governato il paese dal dopoguerra. I sondaggi danno il social-democratico Rudolf Hundstorfer al 15% delle preferenze e il conservatore Andreas Khol all'11%. In vantaggio ci sarebbero invece Norbert Hofer del partito di estrema destra FDÖ con il 24%, l'ex leader dei Verdi che si presenta come indipendente Alexander van der Bellen (26%) e l'ex presidente della Corte suprema Irgmard Grissal data al 21%.

Se, come da previsioni, nessun candidato raggiungerà la maggioranza assoluta, per designare il presidente austriaco sarà necessario ricorrere al ballottaggio il 22 maggio prossimo.

Diem/ATS

Dal TG12.30:

Presidenziali in Austria

Presidenziali in Austria

TG 12:30 di domenica 24.04.2016

Dal TG12.30:

Condividi