Happy days virtuali per i Democratici

Il reportage da Milwaukee, dove la convention che designa Joe Biden candidato alla presidenza sarà diversa dal previsto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

A Milwaukee è dove ambienta la serie tv "Happy Days" e qui nel Wisconsin ci contavano davvero che per la città la Convention democratica avrebbe portato giorni felici. Per la kermesse elettorale democratica erano attese 50'000 persone, tra delegati, militanti, media e turisti. Ora invece ne sono arrivate a malapena 2'000.

Gli interventi saranno in streaming
Gli interventi saranno in streaming (Milwaukee Journal Sentinel/Axios)

Da quando è stato annunciato che a causa del COVID-19 la Convention sarebbe stata virtuale, ci ha detto John - un imprenditore turistico del luogo - sono fioccate le disdette. "È un anno sfortunato: contavamo sulle Finali NBA con i Milwaukee Bucks e faranno tutto in Florida, era prevista la Summerfest [evento musicale che si tiene dal 1968 e porta nello stato oltre 800'000 appassionati] ed è stata cancellata, e ora pure niente Convention democratica...".

È la città di Fonzie
È la città di Fonzie (RSI)

Tutto sarà a distanza, in streaming, come un grande collage di interventi video. Non ci saranno la folla, il fracasso, i palloncini colorati a suggellare la nomination di Joe Biden. Sarà più difficile cogliere il polso del Partito Democratico all’inizio dello sprint finale verso il voto del 3 novembre. Non sarà possibile vedere e leggere sul volto dei simpatizzanti gli interrogativi o le fratture interne, come quattro anni fa a Philadelphia quando i Bernie Brothers contestarono la nomination di Hillary Clinton a scapito di Sanders. Anche se poi è dal 1980, con le perplessità su Jimmy Carter avanzate dai sostenitori di Ted Kennedy, che l’esito della Convention democratica è tutto sommato scontato.

USA, convention al via

USA, convention al via

TG 20:30 di domenica 16.08.2020

 

Passando dalla regia di Milwaukee, seppur in streaming, ci saranno tutti i big democratici. Dagli ex presidenti, Clinton e Obama, ai personaggi della nuova stagione democratica: Bernie Sanders, Alexandria Ocasio Cortèz, governatori e governatrici messisi in luce nella gestione della pandemia. L’attesa è soprattutto per Kamala Harris, candidata vicepresidente, scelta da Joe Biden la scorsa settimana. Il suo intervento è previsto mercoledì sera, l’indomani - live dalla sua Wilmington in Delawere - si terrà il discorso di accettazione del 77enne Biden.

I gadget della convention
I gadget della convention (keystone)

Alla Convention democratica ci sarà un convitato di pietra: il presidente Trump che gli ultimi sondaggi dicono aver ridotto il distacco da Joe Biden. Proprio il giorno dell’avvio del raduno democratico il presidente arriverà in Wisconsin per una serie di incontri sull’economia. Lo Stato del nord - a grande tradizione agricola e chiamato "America Dairyland" - è uno degli Swing States, degli Stati decisivi per l’elezione. Dopo Ronald Reagan ha sempre votato democratico fino a Donald Trump che nel 2016 si impose per poco più di 22'000 voti (0,7 %), ma per tre volte negli ultimi vent’anni l’esito dello scrutinio è stato deciso da un distacco inferiore all’1%.

 
Massimiliano Herber
Condividi