Insolvenza per Jamie Oliver

Alcuni ristoranti del celebre chef finiscono al tribunale fallimentare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La catena Jamie’s Italian, situata nel Regno Unito, è fallita dopo dieci anni di attività. Il gruppo fondato da Jamie Oliver, star di programmi televisivi di cucina, ha fatto sapere martedì che 25 suoi ristoranti, compresi il Barbacoa e il Fifteen di Londra, sono in mano ai liquidatori.

1'300 di posti di lavoro sono a rischio. Le filiali internazionali della catena, così come il Fifteen Corewall, non sono interessate dal provvedimento. "Mi dispiace che finisca così. Vorrei ringraziare il personale e i fornitori per aver dato anima e corpo a questa azienda”, ha dichiarato martedì lo chef.

Jamie Oliver è stato tra i primi cuochi a diventare una vera e propria celebrità del piccolo schermo.

ATS/Sulma

Condividi