Italia: è crisi di Govrno (reuters)

Italia: un Governo o le elezioni

La linea del Quirinale: il 21 ed il 22 agosto partono le consultazioni, spetterà però ai partiti indicare nuove maggioranze

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Esecutivo populista-sovranista italiano, che avrebbe dovuto inaugurare la "legislatura del cambiamento"  ha invece regnato solo pochi mesi. E il congedo, dopo le dimissioni di ieri del premier Giuseppe Conte, è stato ufficializzato in serata dal segretario generale, Ugo Zampetti.

 

Da adesso tocca al presidente della Repubblica Sergio Mattarella guidare l’uscita dalla crisi. Comincerà a farlo fin dal pomeriggio, aprendo al Colle un rapido giro di consultazioni.

La responsabilità di trovare uno sbocco alternativo al voto d’autunno, indicando nuove maggioranze e intese politiche, come ricorda Marzio Breda sul Corriere della Sera, "spetterà ai partiti e soltanto ad essi".

E se Mattarella preferirebbe una soluzione di nuova stabilità alle urne (come per esempio un nuovo Governo politico tra 5Stelle e PD), non orienterà gli attori della partita.

Il capo dello Stato, conclude Breda, potrà concedere poi un "supplemento temporale per eventuali negoziati, purché gli venga esplicitamente chiesto. Ma non sarebbe questione di settimane, per lui, quanto di giorni. Trascorsi i quali non potrà che far scattare il tutti a casa, rassegnandosi al voto".

 

"Lo scenario più probabile - conferma il politologo Giovanni Orsina alla RSI - resta quello delle elezioni tra fine ottobre ed inizio novembre".

joe.p.

Italia, il punto della situazione

Italia, il punto della situazione

TG 12:30 di mercoledì 21.08.2019

Condividi