L’acqua non è ancora per tutti

L'accesso a questa risorsa è sempre problematico per molti - Preoccupano le inondazioni - Non si placano le proteste in favore del clima a Zurigo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Sono 3,6 miliardi le persone che hanno avuto un accesso inadeguato all’acqua per almeno un mese all’anno nel 2018, Entro il 2050 il numero potrebbe superare i 5 miliardi. È quanto sostiene l’Organizzazione mondiale della meteorologia (OMM). Attualmente sono 107 i Paesi che difficilmente riusciranno a raggiungere l’obiettivo di gestire l’acqua in modo sostenibile entro il 2030.

Preoccupante è anche la situazione legata ai cambiamenti climatici: dal 2000, i disagi causati dalle inondazioni sono cresciuti del 134% rispetto ai due decenni prima.

Molti manifestanti stanno infatti scendendo per strada negli ultimi tempi per attirare l’attenzione sul clima Anche la Svizzera è toccata dal fenomeno: molto attivo in questo senso è il gruppo Extinction Rebellion, che da giorni sta occupando le strade di Zurigo. Circa 250 attivisti si sono radunati il 4 ottobre. La polizia ha arrestato diverse persone, ma questo non ha fermato le proteste, che sono proseguite anche il 5 ottobre.

 
FD/ATS
Condividi