Un momento della protesta a Hong Kong (reuters)

La protesta vince

Il Governo di Hong Kong ha annunciato la sospensione del progetto di legge sull'estradizione forzata in Cina

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo di Hong Kong sospende il controverso progetto di legge sull'estradizione forzata di sospetti criminali in Cina. L'annuncio - fatto dalla leader dell'Esecutivo, Carrie Lam, sabato mattina - arriva dopo giorni di forti proteste.

Migliaia di persone hanno manifestato nei giorni scorsi nell'ex colonia britannica, mentre le forze dell'ordine sono intervenute per disperdere la folla ricorrendo all'uso di gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

La leader pro-Pechino, Carrie Lam, durante la conferenza stampa
La leader pro-Pechino, Carrie Lam, durante la conferenza stampa (keystone)

La capa dell'Esecutivo ha dichiarato alla stampa di voler adottare "un atteggiamento sincero e umile, accettando le critiche" sulla gestione di questa misura da parte del Governo.

Un'altra protesta di massa era prevista per domenica, dopo gli scontri violenti di mercoledì che hanno provocato 80 feriti, tra cui 22 agenti di polizia.

 
 
 
AP/eb
Condividi