Poliziotti nei pressi del treno teatro dell'aggressione di lunedì sera
Poliziotti nei pressi del treno teatro dell'aggressione di lunedì sera (Keystone)

L'aggressore era un minorenne

Aveva 17 anni ed era afghano il ragazzo che ha colpito con un'ascia i passeggeri di un treno nel sud della Germania - Quattro feriti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

E’ stato identificato l’aggressore che lunedì sera ha assalito con un'accetta cinque persone, ferendone quattro in modo grave, a bordo di un treno in viaggio nei pressi di Würzburg, nella Germania meridionale. Si trattava di un 17enne afghano, che dopo aver tentato la fuga dal convoglio è stato ucciso dalla polizia. Due dei feriti sono in condizioni critiche.

Come riferisce il sito di Der Spiegel, una volta bloccato il giovane ha tentato di attaccare gli agenti, che lo hanno freddato. Non sono chiari i motivi del suo gesto, che ha provocato la chiusura della linea ferroviaria. Oltre ai feriti, i soccorritori hanno assistito anche altre quattordici persone in stato di choc. Testimoni riferiscono che l’adolescente avrebbe gridato “Allah è grande” al momento in cui ha assalito i passeggeri, che sarebbero tutti turisti di Hong Kong.

 

Amoklauf im Regionalzug: Vier Opfer von Axtangriff stammen offenbar aus Hongkong https://t.co/Q0IdinbW82

— SPIEGEL ONLINE Top (@SPIEGEL_Top) 19 luglio 2016

 

Secondo il ministro degli Interni bavarese, Joachim Herrmann, si trattava di un richiedente l’asilo che da un paio di mesi risiedeva a Ochsenfurt presso una famiglia affidataria, dopo esser giunto in Germania come minore senza famiglia. Herrmann ha rimarcato che la reazione della polizia ha di fatto impedito "ulteriori, terribili sviluppi" della situazione. Gli investigatori tedeschi hanno ritrovato tra gli effetti del ragazzo una bandiera dello Stato islamico da lui stesso dipinta.

ATS/Reuters/EnCa

 
Condividi