L'ex collaudatore non ci sta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
L'ex pilota collaudatore della Boeing incriminato giovedì per non aver trasmesso informazioni importanti al regolatore dell'aviazione statunitense, la FAA, durante la certificazione del 737 MAX, non vuole diventare un "capro espiatorio", ha detto il suo avvocato. Mark Forkner, 49 anni, è il primo individuo ad affrontare accuse penali nell'indagine sulle cause di due incidenti di 737 MAX nel 2018 e 2019. "Questa tragedia merita una ricerca della verità - non un capro espiatorio", ha detto l'avvocato David Gerger. "Se il Governo porterà il caso in giustizia, la verità dimostrerà che Mark non ha mentito e non dovrebbe essere accusato".
Condividi