Mali, forti le proteste contro Keita

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Il Mali è sull'orlo del baratro, dopo un fine settimana di disordini. Nel Paese, soffocato dalla crisi economica e ostaggio del terrorismo jihadista, l'opposizione si è riversata nelle strade a Bamako per due giorni consecutivi con numeri imponenti. Sotto la guida del carismatico imam Mahmoud Dicko, chiedendo le dimissioni del capo dello Stato, Ibrahim Boubacar Keita, la protesta è degenerata in scontri, che hanno provocato almeno 8 vittime civili e decine di feriti. L'insoddisfazione nei confronti del 75enne presidente Keita, al potere da 7 anni, è cresciuta in modo esponenziale dopo le contestate elezioni legislative di marzo e aprile.
Condividi