Marea nera minaccia La Rochelle

La chiazza di sostanze inquinanti fuoriuscite dalla nave mercantile Grande America affondata martedì è a 200 km dalle coste francesi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una chiazza di idrocarburi è stata scoperta al largo de La Rochelle, sulla costa atlantica francese, all'indomani dell'affondamento della nave mercantile Grande America che batte bandiera italiana, avvenuto nella serata di martedì. Sull’imbarcazione, di proprietà di Grimaldi Lines, si era sviluppato un vasto incendio (lunedì) che ha portato la nave a inabissarsi. Lo scafo si trova a circa 4'600 metri di profondità sul fondale marino. Le 27 persone a bordo erano state tratte in salvo già lunedì in serata.

 

Il mercantile trasportava, secondo le autorità francesi che hanno ottenuto la lista completa dall’armatore italiano, non meno di 2'200 tonnellate di olio pesante e diverse altre merci pericolose in 45 dei totali 365 container trasportati (in particolare contenenti acidi solforici e cloridrici, nonché circa 2'000 veicoli). La chiazza oleosa, stando alle riprese effettuate dalla Marina nazionale francese, si estende su una lunghezza di una decina di chilometri con una larghezza di circa un chilometro. Si trova a circa 200 chilometri dalle coste.

Malgrado condizioni marittime non eccellenti (forte vento e onde di quattro metri) la prefettura ha inviato sul luogo del disastro diverse navi specializzate nel recupero delle sostanze inquinanti e di salvataggio. Le imbarcazioni dovrebbero giungere in zona nella mattina di oggi, giovedì.

ATS/AFP/Swing

Condividi