Nobel per la pace in Tunisia

È stato assegnato al Quartetto per il dialogo nazionale, nato dopo la rivoluzione dei gelsomini

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Premio Nobel per la pace 2015 è stato attribuito a titolo collettivo alle organizzazioni appartenenti al Quartetto per il dialogo nazionale tunisino, per il "contributo decisivo alla costruzione di una democrazia pluralistica dopo la rivoluzione dei gelsomini" nel 2010-2011. Lo ha annunciato la presidentessa del comitato norvegese Kaci Kullmann Five. La ricompensa sarà consegnata a Oslo il 10 dicembre.

 

BREAKING NEWS The 2015 Peace #NobelPrize is awarded to the National Dialogue Quartet in Tunisia pic.twitter.com/3O9jzwBK08

— The Nobel Prize (@NobelPrize) 9 Ottobre 2015
Kaci Kullmann Five
Kaci Kullmann Five (keystone)

Il Quartetto tunisino, che comprende l'UGTT (il primo sindacato del paese), l'Utica (il padronato), l'ordine degli avvocati e la Lega tunisina per i diritti umani, era stato formato nel 2013 "quando il processo di democratizzazione era in pericolo, a causa di assassini politici e disordini sociali", stando alla motivazione. Ha reso possibile "un lungo e difficile dialogo fra islamisti e oppositori", costringendoli a un'intesa per uscire dalla paralisi istituzionale. "Il paese era sull'orlo di una guerra civile", ha ricordato ancora il comitato, ma si è trovata una soluzione pacifica.

Sala gremita di fotografi e giornalisti per l'annuncio
Sala gremita di fotografi e giornalisti per l'annuncio (keystone)

I laureati odierni per il 2015 succedono alla pachistana Malala Yousafzai e all'attivista indiano Kailash Satyarthi, vincitori insieme lo scorso anno.

Le reazioni

Il Quartetto ha ricevuto le immediate congratulazioni dell'ONU: il portavoce a Ginevra Ahmed Fawzi ha detto che la Tunisia "è un brillante esempio per la regione" del ruolo che può svolgere la società civile, "il paese in cui la transizione dopo la primavera araba è riuscita meglio". "Hanno mostrato la strada per uscire dalle crisi regionali", ha commentato dal canto suo l'Unione Europea. Houcine Abassi, uno dei premiati in quanto segretario generale dell'UGGT, ha parlato di "un omaggio ai maritiri della rivoluzione".

Dal TG20:

Il Nobel in Tunisia

Il Nobel in Tunisia

TG di venerdì 09.10.2015


La via democratica

La via democratica

TG di venerdì 09.10.2015

 

Dal TG 12.30:

Nobel per la pace

Nobel per la pace

TG di venerdì 09.10.2015

 

La medaglia del Nobel
La medaglia del Nobel (keystone)

Gli altri Nobel 2015:

- Letteratura, Nobel a Svetlana Alexievich

-

-

-

 

pon/Reuters/ANSA

Condividi