"Non c'è più nulla da fare"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Sono cinque i morti accertati e otto i dispersi tra i turisti presenti sull'isola neozelandese di White Island, durante l’eruzione avvenuta lunedì. Le persone soccorse sono state 31 mentre per quanto concerne coloro che mancano all’appello, la polizia ha affermato che non c'è più nulla da fare. Intanto, sui media locali infuria la polemica, ricordando che quello di White Island è considerato il vulcano più pericoloso della Nuova Zelanda. Il 18 novembre, l'agenzia geologica nazionale aveva innalzato a due il livello di allerta. La scorsa settimana, inoltre, aveva certificato il possibile avvio di una fase con una probabilità di eruzioni più alta della norma.
Condividi