Il ministro degli esteri iraniano mette in guardia gli USA sul nucleare
Il ministro degli esteri iraniano mette in guardia gli USA sul nucleare (keystone)

Nucleare iraniano in bilico

Washington potrebbe ritirasi dell'accordo siglato nel 2015 se gli alleati europei non rinegozieranno alcuni punti con Teheran

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Iran riprenderà in maniera “vigorosa” la procedura per arricchire l’uranio qualora il presidente USA Donald Trump dovesse confermare la sua intenzione di far uscire gli Stati Uniti dall’accordo sul nucleare iraniano. Lo ha affermato il ministro degli esteri di Teheran Javad Zarif.

Il ministro ha aggiunto che l’Iran non è intenzionato a dotarsi della bomba atomica ma che riprenderà la produzione di uranio arricchito se verrà ufficializzato il ritiro di Washington dall’accordo e la reintroduzione da parte statunitense delle sanzioni economiche contro l’Iran.

Una decisione definitiva dovrebbe essere presa entro il 12 maggio, secondo la tabella stabilita dall’inquilino della Casa Bianca che ha fissato proprio a quel giorno l’ultimatum agli alleati europei che dovrebbero rinegoziare alcuni punti dell’accordo siglato nel 2015 e ritenuto da Trump “particolarmente lacunoso e poco preciso”.

ATS/AFP/Swing

L'Iran avverte gli Stati Uniti

L'Iran avverte gli Stati Uniti

TG 20 di domenica 22.04.2018

L'Iran avverte gli Stati Uniti

L'Iran avverte gli Stati Uniti

TG 12:30 di domenica 22.04.2018

Condividi