Open Arms, incubo finito

Prima notte sulla terraferma di Lampedusa per gli 83 profughi che erano rimasti sulla nave spagnola, subito sequestrata dopo l'attracco

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Prima notte all'hotspot di Lampedusa mercoledì, dopo 19 giorni trascorsi sul ponte della nave, per gli 83 migranti che si trovavano a bordo di Open Arms. Sono scesi sulla terraferma in nottata dopo il sequestro dell’imbarcazione disposto dal procuratore di Agrigento.

Le operazioni di sbarco, al porto commerciale, si sono concluse intorno all'una, alla presenza di un gruppo di attivisti e turisti che hanno gridato il benvenuto ai naufraghi, mentre altri, guidati dalla esponente leghista Angela Maraventano, hanno gridato slogan contro l'organizzazione non governativa spagnola.

La nave ha attraccato poco prima di mezzanotte al molo. Ad attendere i migranti c'erano decine di uomini delle forze dell'ordine e della Guardia costiera. Alcuni migranti all'arrivo hanno battuto le mani, altri hanno cantato.

I migranti che erano sull'Open Arms scendono a terra mercoledì notte a Lampedusa
I migranti che erano sull'Open Arms scendono a terra mercoledì notte a Lampedusa (Reuters)

La prima a mettere piede a terra è stata una donna, seguita poi da tutti gli altri. Nel corso della giornata la Open Arms, sotto sequestro, sarà portata al porto di Licata.

Open arms, migranti verso 6 Paesi

Open arms, migranti verso 6 Paesi

TG 20 di mercoledì 21.08.2019

 
 
ATS/Reuters/EnCa
Condividi