TG
12:30
di domenica 13.01.2019

Cesare Battisti in manette in Bolivia

TG 12:30 di domenica 13.01.2019

Prima in Brasile, poi estradato

Cesare Battisti avrebbe chiesto asilo politico in Bolivia, paese dove l’ex membro dei PAC è stato arrestato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cesare Battisti, arrestato sabato in Bolivia, a Santa Cruz de La Sierra, sarà prima tradotto in Brasile con un aereo brasiliano e poi estradato in Italia. È quanto avrebbe deciso il presidente brasiliano Jair Bolsonaro che si è riunito con alcuni dei suoi ministri, secondo quanto riferisce la Tv Globo, principale emittente del paese sudamericano, che cita le parole di Augusto Heleno, capo dell'Ufficio di sicurezza istituzionale della presidenza della Repubblica.

 

All'incontro con Bolsonaro, sempre secondo quanto riferisce Globo Tv, hanno partecipato i ministri della Giustizia, Sergio Moro, e degli Esteri, Ernesto Arujo.

Il sospetto che Battisti fosse fuggito in Bolivia era sorto alla polizia brasiliana quando, tra la metà e la fine dello scorso novembre, l’ex membro dei PAC (Proletari armati per il comunismo) aveva fatto perdere le sue tracce, dopo la firma del decreto per la sua estradizione in Italia, dove è stato condannato all’ergastolo in contumacia per partecipazione a quattro omicidi.

Il suo legale, secondo fonti investigative citate dalla stampa, ha poi presentato richiesta di asilo politico; richiesta negata dalle autorità boliviane.

ATS/ludoC
Condividi