Una parte del quantitativo di cocaina sequestrata il 21 giugno da una nave in un porto di Philadelphia (Keystone)

Produzione record di cocaina

Nel 2017 la sostanza stupefacente ha raggiunto il massimo storico di 1'976 tonnellate, secondo un rapporto dell'ONU

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La produzione globale di cocaina ha fatto registrare nel 2017 un nuovo record, raggiungendo le 1'976 tonnellate. È quanto emerge dal rapporto annuale dall'Ufficio delle Nazioni Unite per il controllo della droga e la prevenzione del crimine (UNODC). La polvere bianca, il cui aumento rispetto al 2016 è stato del 25%, è destinata soprattutto al mercato nordamericano ed europeo, ma è diffusa in tutto il mondo, con 18,1 milioni di persone che ne fanno uso.

A svolgere un ruolo chiave in questo campo è la Colombia, che ne produce il 70% del totale. I sequestri di questa droga sono saliti del 13%, anche grazie alla migliore cooperazione internazionale, toccando le 1'276 tonnellate.

Parallelamente, è crollata la produzione di oppio (-25% nel 2018; 7'790 tonnellate). Il calo è dovuto principalmente alla diminuzione della coltivazione di papavero in Afghanistan, paese da cui deriva oltre l'80% di questo stupefacente. Sale, tuttavia, l'uso di oppiacei, assunti da 53,5 milioni di persone. Più in generale, sono oltre 270 milioni le persone che ogni anno consumano droga, la più comune è la cannabis, con 188 milioni di consumatori.

ONU, sempre più cocaina in circolazione

ONU, sempre più cocaina in circolazione

TG 12:30 di mercoledì 26.06.2019

 
FD/ATS
Condividi