Scontro sul secondo lockdown

Migliaia di persone in piazza a Napoli contro il blocco regionale delle attività annunciato dal governatore Vincenzo De Luca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Scene di guerriglia urbana si sono verificate nella notte tra venerdì e sabato nel centro storico di Napoli dove migliaia di persone, in gran parte con il volto coperto dalle mascherine, sono scese in piazza per protestare contro le restrizioni anti Covid annunciate dal governatore Vincenzo De Luca.

I più animosi sono riusciti a superare lo sbarramento allestito delle forze dell'ordine nella zona del  palazzo della Regione Campania. Gli agenti hanno risposto con i lacrimogeni al lancio di petardi, bottiglie e fumogeni.

La protesta violenta ha visto protagonisti un migliaio di manifestanti: non si tratta dei commercianti e piccoli imprenditori che hanno protestato pacificamente a Napoli e Salerno contro le misure restrittive, ma di giovani che hanno risposto all'appello partito dai social dopo l'annuncio del lockdown regionale.

 
Diem/ANSA
Condividi