Secondo le autorità erano colpi di avvertimento esplosi in aria (keystone)

Spari contro barcone, un ferito

I militari marocchini hanno aperto il fuoco contro un’imbarcazione che trasportava 58 migranti a sud dello stretto di Gibilterra

La Marina reale marocchina ha aperto il fuoco contro una barca che trasportava migranti, ferendo un ragazzo di 16 anni, durante un’operazione di intercettazione nella notte tra martedì e mercoledì sulla costa atlantica, a sud dello stretto di Gibilterra.

Le autorità di Rabat hanno giustificato la sparatoria, in un rapporto diramato mercoledì, come colpi di avvertimento esplosi in aria in risposta a una manovra ostile dell’imbarcazione che aveva a bordo 58 migranti nascosti sotto un telo.

Un’altra motovedetta militare, lo scorso 25 settembre, aveva già colpito un barcone uccidendo una ragazza e ferendo altri tre profughi.

ATS/AFP/YR
Condividi