Il fuoco e la solidarietà

California: le storie dei residenti nelle zone martoriate dagli incendi. Spirito di iniziativa, umanità e generosità inaspettate

A più di sette giorni dagli incendi che hanno messo in ginocchio la California, siamo ritornati nelle zone martoriate dal fuoco. Abbiamo incontrato alcuni residenti che ci hanno raccontato quello che hanno vissuto per salvare la propria abitazione, ma anche la vita.

In modo particolare, ci ha colpito la testimonianza di una persona che ci ha spiegato che l'incendio era così vasto che non c'erano vigili del fuoco a sufficienza per tutti, e così si sono improvvisati pompieri per salvare il proprio isolato. Per fronteggiare la potenza delle fiamme, su tutto il territorio dello Stato, per giorni, sono stati impegnati oltre settemila vigili del fuoco, distribuiti tra i cinquecento chilometri quadrati dell'area di Sacramento ed i trecento chilometri quadrati dell'area a nord di Los Angeles. Il loro sforzo non è però bastato perché l'America, nella settimana nella quale si celebra il “Giorno del Ringraziamento”, piange oltre settanta vittime e più di seicento dispersi, di cui non si conosce ancora la sorte.

Siamo stati colpiti dalla solidarietà dei californiani che, in queste ore, ha preso il sopravvento sullo sconforto e sul dramma. La generosità della gente comune e delle forze dell'ordine locali è andata oltre ogni aspettativa. Infatti, sono stati loro che hanno portato rifornimenti, viveri e vestiti agli sfollati, pagati grazie alle raccolte fondi dei privati, più che dai contributi della lontana Washington.

Molto lentamente i residenti cercano di tornare alla normalità anche se nelle zone colpite, ci vorranno settimane per riportare corrente elettrica, acqua e gas, e mesi se non anni, per ricostruire.

California, forti venti in arrivo

California, forti venti in arrivo

TG 20 di domenica 18.11.2018

 
Daniele Compatangelo
Condividi