Israele al voto con tensioni (4)

I poveri di Israele. Lontani dai riflettori e dalla campagna elettorale, quasi due milioni di israeliani vivono sotto la soglia di povertà

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Israele e il mito della start up nation, paese dell’innovazione e della tecnologia, mecca dell’high tech. Tutto vero. Ma, lontano dai riflettori, c’è anche un altro Israele. Ed è quello della fila dei poveri che attendono la distribuzione di cibo, quello dei mendicanti per le strade di Gerusalemme, un paese dove le diseguaglianze sono sempre più nette e la povertà sta diventando un’emergenza.

Una cassetta per l'elemosina a Gerusalemme Ovest
Una cassetta per l'elemosina a Gerusalemme Ovest (Jonas Marti)

Secondo le statistiche più recenti, sono 1'780'500 gli israeliani poveri, tra cui oltre 800'000 bambini. Una persona su cinque in pratica, e i numeri sono in crescita negli ultimi anni. A soffrire di più sono le famiglie arabe e le famiglie ultraortodosse: quasi una su due vive sotto la soglia di povertà.

Un tema che però suscita poco dibattito nella società israeliana, superato costantemente dalla questione della sicurezza e dagli interrogativi sulla questione israelo-palestinese. E anche in questa campagna elettorale se ne è parlato poco.

Israele, nozze, fame e povertà

Israele, nozze, fame e povertà

TG 20 di lunedì 08.04.2019

I precedenti reportage:

Golan, il confine sospeso

Golan, il confine sospeso

TG 20 di venerdì 05.04.2019

Hebron, il peso della storia

Hebron, il peso della storia

TG 20 di sabato 06.04.2019

Quegli arabi anche israeliani

Quegli arabi anche israeliani

TG 20 di domenica 07.04.2019

 

 

Jonas Marti
Condividi