La regina di Katawe gioca a scacchi - di Lorenzo Simoncelli

La vita si gioca a scacchi

Gli emarginati di Katwe, in Uganda, grazie a Robert Katende sono diventati artefici del proprio destino

sabato 05/08/17 07:37 - ultimo aggiornamento: domenica 06/08/17 07:27

A pochi chilometri dal centro di Kampala, capitale dell’Uganda, lo slum di Katwe è diventato negli anni l’emblema di chi ha fallito nella vita. Tossicodipendenza, criminalità e prostituzione hanno trovato terreno fertile tra le strade sterrate e le case fatiscenti della baraccopoli. A farne le spese anche bambini e giovanissimi, a causa dell’alto tasso di abbandono scolastico. Poche famiglie possono garantire i sussidi scolastici. Fino all’arrivo di Robert Katende, un ex ingegnere ugandese, anche lui figlio di una famiglia povera di un altro slum di Kampala, che decide di abbandonare la sua professione per dedicarsi al recupero dei bambini di strada.

La passione di Robert

Come tanti a queste latitudini ha una grande passione per il calcio, ma per giocare servono spazi e soldi per comprare palloni e scarpe. Le limitazioni generano idee e Robert pensa alla sua seconda grande passione: gli scacchi. Al contrario del calcio uno sport economico e che non necessita di grandi superfici. Nasce, con l’aiuto della Ong americana cristiana - Sports outreach institute - la Som Chess Academy, un’accademia che mira a tenere occupati i ragazzi attraverso gli scacchi. Dal 2004 ad oggi centinaia di ragazzi l’hanno frequentata trasformando uno sport elitario in popolare e molti di loro grazie ad alcuni sussidi sono riusciti a studiare. Quasi tutti si sono diplomati e molti anche laureati.

Phiona, la regina di Katwe

Tra loro Phiona, una ragazza poverissima, orfana di padre morto di Hiv, che vendeva pannocchie per racimolare qualche spiccio. Un talento naturale che non sapeva neanche che cosa fosse una scacchiera, fino a quando, grazie agli insegnamenti del suo mentore Robert Katende, arriva a rappresentare l’Uganda ai mondiali di scacchi. Una storia da cinema, prima messa nera su bianco nel libro del giornalista americano Tim Crothers e poi trasformata in film dalla Walt Disney. “Queen of Katwe” sbanca i botteghini e Phiona grazie al successo riesce finalmente a comprare una casa a sua madre ed ai suoi fratelli.

Lorenzo Simoncelli

Seguici con