Halloween? È già iniziato - di Daniele Compatangelo

Un mese a tutto... "horror"

Centinaia di comparse nei maggiori parchi di divertimento statunitensi per tutto ottobre ti fanno vivere Halloween

lunedì 02/10/17 05:55 - ultimo aggiornamento: lunedì 02/10/17 05:55

Chi non ha mai avuto un brutto sogno che lo vedeva protagonista di un angosciante inseguimento in qualche improbabile luogo? Bene, dall'ultima domenica di settembre, in molti parchi a tema degli Stati Uniti questi incubi sono realtà, inclusi zombie, decine di piccoli Chucks e di Jason di Venerdì 13, con tanto di sega elettrica a portata di mano.

Manca un mese al 31 ottobre, la notte dei morti viventi, ma decine di parchi dei divertimenti hanno già cambiato look, orari di apertura e si sono trasformati in terrificanti parchi degli orrori, con centinaia di comparse, pronte a terrorizzare chi ci mette piede.

 

Ci siamo fatti coraggio e siamo andati a visitare gli Universal Studio di Hollywood, in California. Si tratta del più grande e importante parco a tema degli Stati Uniti. Durante l'anno, qui si girano i film, ci sono gli studi televisivi e addirittura c'è la ricostruzione di una tipica cittadina americana.

Nel mese di Halloween,  tutto questo si trasforma nel set a cielo aperto dei più celebri film e serie tv horror dell'anno. All'inaugurazione, abbiamo incontrato John Murdy, produttore esecutivo dell'Halloween Horror Night che ci ha spiegato, come meglio vedrete nel terrificante video che abbiamo girato, che gli ospiti saranno protagonisti attivi di popolarissime serie: The Walking DeadAmerican Horror Story,  Insidiuos, Ash vs. Evil Dead, SAW, Freddy Krueger, Jason Voorhees e altri.

Gli americani e non solo, adorano Halloween e tutto quello che permette di vivere a pieno una delle festività più importanti d'America, seconda solo alla Festa dell'Indipendenza del 4 luglio. Migliaia di temerari ospiti attendono in fila per ore per poter entrare, a gruppetti, nella “mase” (case dell'orrore) e diventare i veri protagonisti di un incubo diventato realtà.  Una delle regole di questo parco, come anche dei popolarissimi Six Flags e Knotts Scary Farm, è la totale mancanza di contatto fisico tra figuranti e ospiti. 

Negli Stati Uniti, la notte delle streghe, si è spinta ben oltre la classica zucca e il “dolcetto o scherzetto”. I giovani americani non si accontento più, amano le nuove tecnologie e pretendono che anche le festività, come Halloween, si adattino alle loro esigenze e chi lo può fare, se non uno dei parchi a tema di Hollywood? Ormai, la classica strega non fa più paura.

Daniele Compatangelo

Seguici con