9 febbraio, ASI contesta il Governo

L'Associazione svizzera degli inquilini (ASI) contesta la brochure con le spiegazioni ufficiali in vista delle votazioni del 9 febbraio. Fra i due oggetti, ricordiamo, figura l'iniziativa per più abitazioni a costi accessibili. Con una lettera di cui riferiscono alcuni domenicalie, l'ASI ha espresso le sue critiche al Governo e alle commissioni della gestione delle Camere. L'Esecutivo, si sostiene nella missiva, omette deliberatamente la citazione delle statistiche ufficiali, che quantificano nella misura del 3,6% l'aumento dal 2016 dei costi delle pigioni. Il libretto si baserebbe piuttosto su cifre elaborate "in piena opacità dalle imprese private".
Condividi