Tracciata dal Governo la via da percorrere per il Programma Air2030 (keystone)

Alle urne solo sui caccia

Il popolo voterà limitatamente ai nuovi aerei militari. Procedura ordinaria, invece, per la difesa contraerea

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Gli elettori voteranno soltanto sui nuovi caccia per una fattura massima di 6 miliardi di franchi. Quanto all'acquisto del nuovo sistema difensivo terra-aria, questo sarà definito nel quadro degli ordinari programmi d'armamento.

Viola Amherd dovrà presentare un progetto entro l'inizio di settembre
Viola Amherd dovrà presentare un progetto entro l'inizio di settembre (keystone)

È la decisione sul Programma Air2030 comunicata giovedì dal Governo, che ha così incaricato la ministra della difesa Viola Amherd di sottoporgli al più tardi entro l'inizio di settembre un progetto per l'acquisto dei velivoli da combattimento. Sul dossier, il Parlamento dovrebbe quindi pronunciarsi alla fine dell'anno.

Benché gli acquisti militari non siano di norma sottoposti a referendum, il ricorso alle urne è un'aspettativa di cui, secondo l'Esecutivo, occorre tener conto sul piano politico. Una mozione in questo senso è già stata adottata dalle Camere. La votazione dovrebbe tenersi nel settembre o novembre 2020.

Adottato in materia l'orientamento consigliato da Claude Nicollier
Adottato in materia l'orientamento consigliato da Claude Nicollier (keystone)

A caldeggiare l'idea di scindere la questione dei velivoli da quella del dispositivo di difesa contraerea, era stato Claude Nicollier, consultato dalla consigliera federale in qualità di esperto. L'ex astronauta e pilota di jet, nonchè professore onorario al Politecnico di Losanna (EPFL), aveva illustrato le sue conclusioni a inizio mese.

ATS/ARi

I nuovi jet

I nuovi jet

TG 20 di giovedì 16.05.2019

Si voterà solo sui caccia

Si voterà solo sui caccia

TG 12:30 di giovedì 16.05.2019

Condividi