Armi, Schengen o non Schengen

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
"Abbiamo bisogno di Schengen": la consigliera di Stato vodese Béatrice Métraux (Verdi) riassume così il suo sollievo per l'approvazione della norma sulle armi. Soddisfatte, per anche economia e turismo, che temevano le conseguenze di un'esclusione svizzera dal sistema europeo in caso di bocciatura. "Una campagna al limite della disinformazione", critica invece Werner Salzmann (UDC), secondo il quale il rischio non esisteva ed è falso pure che i tiratori non siano toccati. "E' una perdita di un diritto per niente", conferma Luca Filippini, presidente nazionale della categoria. Chi vorrà acquistare certe armi semiautomatiche dovrà far valere un bisogno".
Condividi