Immagine d'archivio (©Keystone)

Biglietti più cari con l'app

Stando al SonntagsBlick, l'applicazione delle Ferrovie federali non sempre propone il minor prezzo fra 2 località

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Chi si fida dell'applicazione FFS o dei distributori automatici di biglietti nelle stazioni rischia di pagare il proprio viaggio più di quanto farebbe se si prendesse la briga di dividere il percorso in due tappe. Lo afferma  il SonntagsBlick.

Il domenicale presenta, fra gli altri, l'esempio di un viaggio Zurigo-Fusio via Locarno: il biglietto diretto è venduto a 45,80 franchi (metà prezzo, seconda classe), i ticket Zurigo-Locarno e Locarno-Fusio complessivamente 39,10 franchi. Il risparmio è del 15%, usando esattamente gli stessi mezzi pubblici.

Le ferrovie federali non hanno preso posizione, rimandando a CH-direct, l'associazione nazionale delle tariffe dei trasporti pubblici. Per bocca di un portavoce l'organizzazione spiega che il problema è noto ed è dovuto al fatto che esistono due diversi tipi di tariffe: nel trasporto nazionale diretto i prezzi dei percorsi sono calcolati su base chilometrica, mentre nelle reti regionali, l'area è divisa in zone e si viaggia all'interno di una zona allo stesso prezzo, indipendentemente dalla distanza.

ATS/SP
Condividi