Caccia al passaporto CH tarocco

Lunga coda a Londra davanti all'installazione di un artista statunitense che "spacciava" documenti svizzeri. La Fedpol indaga

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La tennista Maria Sharapova, che su Instagram sventolava felice il suo passaporto rossocrociato, è solo una delle più famose delle centinaia di persone che venerdì si sono messe in coda nel centro di Londra per accaparrarsi uno dei documenti venduti per 20 euro da Tom Sachs.

L'artista statunitense dice di non credere nei confini e, ispirato dalle preoccupazioni per la mobilità che avranno i cittadini britannici dopo la Brexit, ha deciso di fornire loro quello che ritiene uno dei migliori strumenti per spostarsi liberamente nel mondo.

Notiziario delle 16.00 dell'08.10.2018 Falsi passaporti svizzeri
Notiziario delle 16.00 dell'08.10.2018 Falsi passaporti svizzeri
 

"Questi passaporti non sono autorizzati dal governo svizzero", ha tenuto a precisare, anche la somiglianza con gli originali è impressionante, tanto da ingannare occhi non esperti. Non sono insomma dotati delle caratteristiche di sicurezza che verrebbero verificate in un aeroporto, ma dal profilo estetico la pagina con foto, nome, data di nascita e persino numero di serie è praticamente identica.

Lo stesso 52enne newyorchese sventolava un biglietto da visita con tanto di logo della Confederazione. L'iniziativa ha suscitato l'interesse anche dell'Ufficio federale di polizia, che vuole far luce sulla vicenda, anche perché chi falsifica documenti di identità rischia fino a tre anni di carcere.

ATS/pon
Condividi