Immagine d'archivio (©Keystone)

Caccia all'evasore in Svizzera

L'anno scorso la Confederazione è stata confrontata con 4744 richieste di assistenza amministrativa, tra le nazioni più attive l'Irlanda

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'interesse delle autorità fiscali di stati esteri per presunti evasori con soldi in Svizzera rimane assai elevato, molto più di quanto avvenga sul fronte contrario.

L'anno scorso la Confederazione è stata confrontata con 4744 richieste di assistenza amministrativa, mentre da parte sua ha presentato solo 28 domande all'estero, ha indicato l'Amministrazione federale delle contribuzioni (AFC) confermando dati riportati dal portale online del Blick. Il rapporto è quindi di 170 a 1.

In cima alla graduatoria delle nazioni interessate a veder chiaro in Svizzera figura l'Irlanda, davanti a Danimarca, Francia, Paesi Bassi e India. Nel 2017 il numero di domande di assistenza era molto più elevata a causa delle cosiddette "bulk requests", una forma di richieste a metà strada tra le domande raggruppate e le domande individuali, che nel 2018 non si sono verificate.

ATS/SP
Condividi