Centinaia di bar ginevrini costretti ad abbassare la serranda (keystone)

Chiusi i locali non in regola

La misura drastica decisa dal Governo colpisce 280 stabilimenti di Ginevra che non hanno rispettato la nuova legge sulla ristorazione

Terremoto nel mondo della ristorazione ginevrina. A partire da lunedì 15 ottobre, oltre 280 ristoranti, bar e caffè che non possiedono le regolari autorizzazioni per esercitare dovranno chiudere i battenti. La misura è stata decisa dal consigliere di Stato Mauro Poggia per garantire una concorrenza leale all'interno del settore.

 

Le prime lettere di sollecitazione per la cessazione dell'attività dei locali non in regola - ha comunicato giovedì il Dipartimento cantonale dell'impiego e della salute - erano già state inviate lo scorso 26 settembre. Qualora i locali fossero ancora aperti, gli agenti di polizia metteranno i sigilli.

In totale, dall’entrata in vigore a inizio 2016 della nuova legge sulla ristorazione, sono 2'368 gli esercizi pubblici ad essersi adeguati alle nuove normative ottenendo così la regolare licenza.

ATS/MarGù
Condividi