Il consigliere federale Ignazio Cassis e l'alto commissario ONU per i rifugiati, Filippo Grandi (keystone)

"Continua l'impegno per l'Afghanistan"

Incontro tra il consigliere federale Ignazio Cassis e l'alto commissario ONU per i rifugiati, Filippo Grandi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le crisi in Afghanistan, Libia, Siria e Yemen sono state al centro oggi (giovedì) dei colloqui tra il consigliere federale Ignazio Cassis e l'alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR), Filippo Grandi.

Durante l'incontro, al quale ha partecipato anche la direttrice della Direzione dello sviluppo e della cooperazione (DSC) Patricia Danzi, si è parlato della collaborazione della Svizzera con l'UNHCR. A tale riguardo, la Confederazione ha ribadito che non intende far mancare il proprio sostegno a questo importante organismo dell'ONU.

In occasione dell'incontro, indica una nota del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE), il capo della diplomazia elvetica ha ribadito che la Svizzera continuerà a impegnarsi attivamente per il superamento della crisi umanitaria in Afghanistan. A tale proposito, la Confederazione ha stanziato fondi supplementari che saranno discussi dal Parlamento a dicembre.

Durante l'incontro si è inoltre parlato del ruolo dei Paesi donatori per garantire che organizzazioni come l'UNHCR siano in grado di reagire alle crisi in maniera appropriata e tempestiva e di rispondere nel modo più equo possibile alle esigenze delle persone colpite. Cassis ha assicurato che la Svizzera continuerà a dare un contributo significativo all'attuazione del Patto globale sui rifugiati e, come avvenuto per il Forum globale sui rifugiati, sarà co-organizzatrice e ospite anche del prossimo High-level Officials Meeting a dicembre.

L'UNHCR è il terzo più grande partner dell'Aiuto umanitario della DSC. Per rafforzarne la sicurezza di pianificazione e la flessibilità, nel 2019 la Svizzera ha deciso di sostenerlo con un contributo volontario quadriennale di 125 milioni di franchi. Quest'anno la Confederazione finanzia l'attività dell’UNHCRcon 32 milioni. Attualmente, inoltre, 22 membri del Corpo svizzero di aiuto umanitario sono attivi per l'UNHCR, soprattutto negli ambiti dell'acqua, degli impianti sanitari e dell'igiene.

L'Alto Commissariato per i rifugiati, la più grande organizzazione dell'ONU con sede a Ginevra, aiuta complessivamente circa 80 milioni di persone, in particolare profughi, sfollati interni e apolidi.

Afghanistan, Filippo Grandi a Berna

Afghanistan, Filippo Grandi a Berna

TG 20 di giovedì 21.10.2021

 
ATS/M. Ang.
Condividi