Verifiche attitudinali dei modelli selezionati in corso in attesa di un'ulteriore scrematura (keystone)

Difesa aerea, "bene scindere"

La sinistra accoglie con favore l'idea di separare l'acquisto dei caccia da quello del sistema terra-aria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'idea di separare l'acquisto del sistema di difesa terra-aria da quello degli aerei da combattimento piace alla sinistra. 

Per l'occasione, il Partito socialista afferma di non ritenere utile sostituire la flotta dei caccia con altri particolarmente sofisticati, molto costosi. Meglio sarebbe dotarsi di apparecchi leggeri e resistenti. In ogni caso è indispensabile che la scelta del modello venga comunicata prima che il popolo sia chiamato a dire l'ultima parola. I Verdi, la pensano allo stesso modo, ma sono ancora più drastici per quanto riguarda i jet: alla Confederazione, invece dei 40 previsti, ne bastano 8-12. La vera minaccia, a loro dire, non è quella alla quale si può far fronte con questi mezzi, ma piuttosto il riscaldamento climatico e gli attacchi informatici. Il Gruppo per una Svizzera senza esercito esprime gradimento per la possibile scissione e insiste sulla richiesta che il tipo di caccia che gli esperti preferiranno sia conosciuto prima della chiamata alle urne.

Dal canto suo, la Società degli ufficiali fa notare che è importante rispettare il calendario, con l'eventuale referendum da tenere entro l'autunno del 2020 al più tardi. Sempre in merito agli aerei, sottolinea che 40 è il numero minimo.

ATS/dg

Quanto lavoro alle ditte svizzere?

Quanto lavoro alle ditte svizzere?

TG 20 di giovedì 02.05.2019

Nuovi jet, Amherd cambia rotta

Nuovi jet, Amherd cambia rotta

TG 20 di giovedì 02.05.2019

Condividi