Eolico del Gries sotto le attese

L'impianto sul lato vallesano del Passo della Novena produce meno del previsto - I promotori lo difendono

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'impianto eolico del Gries (VS), inaugurato nel 2016, ha reso meno del previsto nei suoi primi anni di attività. Le quattro turbine installate a quasi 2'500 metri di quota, nei pressi del confine ticinese sul Passo della Novena, hanno prodotto 5,3 gigawattora nel 2018 e 7,8 nel 2017. I promotori, che avevano fissato a 10 il loro obiettivo, difendono comunque la loro scelta.

 

"Lo scorso è stato un anno negativo per il settore in tutta l'Europa. Il bel tempo ha fatto felici i turisti, non noi", ha spiegato a RTS Martin Senn, fondatore di SwissWinds che prevedeva di costruire un'installazione simile anche in Val di Blenio.

Il parco del Gries è il più alto d'Europa e questo comporta anche rischi: una tempesta a inizio 2018 ha danneggiato la linea di trasporto dell'elettricità, inutilizzabile per due settimane. C'è poi il ghiaccio, che può danneggiare le pale.

L'ottimizzazione della produzione prosegue, spiega ancora Senn, tanto in gennaio sono stati prodotti 1,7 GWh, un record. Gli obiettivi, dunque, per la prima volta potrebbero essere raggiunti, garantendo il fabbisogno di 3'000 economie domestiche.

RTS/pon
Condividi