Il muro di cinta della prigione di Friburgo, scavalcato grazie alle lenzuola annodate
Il muro di cinta della prigione di Friburgo, scavalcato grazie alle lenzuola annodate (keystone)

Friburgo, un'evasione da film

Il 35enne in fuga da venerdì è scappato grazie alle lenzuola del letto annodate

Il 35enne condannato per omicidio evaso dalla prigione centrale di Friburgo è scappato grazie a uno stratagemma da film: le lenzuola del letto annodate che gli hanno permesso di calarsi dal muro di cinta esterno.

Bashkim L., ritenuto pericoloso e ancora in fuga, prima di arrivare al muro è riuscito a uscire dalla propria cella individuale, tra le due e le tre di venerdì notte, nonostante le sbarre e un vetro blindato. Gli inquirenti sospettano quindi che l'uomo abbia avuto un aiuto esterno.

Le ricerche proseguono intanto in Svizzera e all'estero. Contro il kosovaro è infatti stato spiccato un mandato di arresto internazionale e le autorità ritengono che abbia ormai lasciato il territorio elvetico.

ATS/sf

Condividi