La testa del Böögg è esplosa dopo 20 minuti e 31 secondi dall'accensione della tradizionale pira
La testa del Böögg è esplosa dopo 20 minuti e 31 secondi dall'accensione della tradizionale pira (srf)

Il Böögg dà un'estate incerta

Sechseläuten di Zurigo: la testa del tradizionale pupazzo è esplosa una ventina di minuti dopo il rogo

L'estate si preannuncia incerta. Parola di Böögg, il pupazzo imbottito di petardi, su cui si concentrano le attenzioni durante la Sechseläuten, la tradizionale festa delle corporazioni della città di Zurigo.

La testa del fantoccio che simboleggia l'inverno è infatti esplosa lunedì esattamente 20 minuti e 31 secondi dopo l'accensione della pira. Indicando così, secondo la credenza popolare, un'estate poco clemente per il 2018.

Durante tutta la giornata, il cielo sopra Zurigo era coperto ma non ha piovuto
Durante tutta la giornata, il cielo sopra Zurigo era coperto ma non ha piovuto (keystone)

Sempre in base alla tradizione un'esplosione rapida preconizzerebbe un'estate calda, mentre oltre i 15 minuti le previsioni non sono considerate buone. Durante l'intera giornata il cielo sulla città era coperto, ma non ci sono state precipitazioni.

Al corteo in costume, con carri allegorici, hanno preso parte circa 3'500 affiliati alle corporazioni cittadine e 1'500 invitati.

ATS/ARi

Estate poco clemente?

Estate poco clemente?

TG 20 di lunedì 16.04.2018

Condividi