Approvata con 26 voti contro 16
Approvata con 26 voti contro 16 (Keystone)

Il "trust" nel diritto svizzero

Gli Stati approvano l'introduzione della forma giuridica, diffusa nei paesi anglosassoni, che regola la coalizione di imprese

Anche la Svizzera dovrebbe introdurre nel proprio sistema giuridico la forma del "trust", diffusa nei paesi anglosassoni, mediante una modifica del Codice delle obbligazioni o del Codice civile. Ne è convinto il Consiglio degli Stati che ha adottato martedì una mozione in tal senso con 25 voti contro 16, nonostante il parere contrario del Consiglio federale. L'oggetto passa ora al Nazionale.

Secondo Maurer, la mozione è superflua dal momento che il Governo sta già studiano questa possibilità in risposta ad un postulato del Nazionale.

Al momento, se un cittadino svizzero vuole piazzare i propri beni in questo tipo di coalizione di imprese deve farlo riferendosi al diritto estero. A differenza di una fondazione, il trust non ha personalità giuridica e i patrimoni in questione costituiscono una massa distinta.

La modifica di legge perseguita dalla Camera dei cantoni dovrebbe determinare i tipi di rapporto giuridico ammessi e consentirebbe di aprire nuove prospettive di lavoro a coloro che potrebbero essere interessati ad aprire dei trust oppure ad amministrarli.

ATS/Bleff

Condividi