"Trittst im Morgenrot daher..."

Inno con polemiche a Palazzo

I consiglieri nazionali UDC hanno intonato il Salmo svizzero per i 25 anni del No allo Spazio economico europeo

Polemiche mercoledì mattina nella sala del Consiglio nazionale. Prima dell’inizio dei lavori, i parlamentari dell’Unione democratica di centro, striscioni alla mano, hanno cantato l’inno nazionale per celebrare i 25 anni del no popolare allo Spazio economico europeo.

L’iniziativa non è piaciuta ad alcuni esponenti della sinistra, che hanno invitato il presidente della Camera del popolo, Dominique de Buman, a intervenire, definendo quanto accaduto un'occupazione intollerabile e irrispettosa del Parlamento.

Il presidente dell'UDC, Albert Rösti, ha detto di non vedere nulla di sbagliato nel cantare il Salmo svizzero, a maggior ragione se lo si fa prima dell’inizio dei lavori. Tuttavia de Buman ha chiesto a tutti di rispettare il regolamento e la dignità dell'assemblea.

 

sulma

Condividi