Rischiava una multa di 150'000 franchi (keystone)

Inquinamento, Lonza assolta

Il gruppo chimico basilese è stato prosciolto dalle accuse di violazione della legge sulla protezione delle acque nel suo sito vallesano

Il Tribunale distrettuale di Visp ha assolto il gruppo Lonza dalle accuse di violazione per negligenza della legge sulla protezione delle acque e di inquinamento d'acqua potabile. La società chimica basilese rischiava una multa di 150’000 franchi.

Il ministero pubblico sosteneva che l’azienda aveva immesso un solvente cancerogene, il 1,4-diossano, nei canali vicini al suo sito vallesano.

Nonostante le indagini abbiano appurato che il solvente era effettivamente usato nello stabilimento, la Corte ha sentenziato, lo scorso 5 settembre, che la procura non è stata in grado di dimostrare che un dipendente dell’unità produttiva abbia agito in modo negligente.

ATS/YR
Condividi