L'UBS non tollererà conti in nero

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
L'UBS chiederà ai clienti delle sedi svizzere di certificare che i capitali depositati siano conformi alle regole fiscali del paese di domicilio, Confederazione compresa. Neppure i domiciliati in Svizzera, quindi, potranno sottrarsi agli obblighi fiscali e chi non produrrà i documenti che certificano l'avvenuta dichiarazione dovrà rivolgersi ad altri. Non si tratta di una novità assoluta: "Non ci sentiamo degli apripista, non siamo l'unica banca che esige queste cose", afferma Luca Pedrotti, direttore regionale dell'istituto in Ticino.
Condividi