"Siamo un partito che non si allinea agli umori degli elettori" (keystone)

L'UDC tira dritto

Per il presidente, Albert Rösti, il partito non deve cambiare programma, nonostante il calo di consensi nelle ultime elezioni cantonali

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'UDC non intende modificare il suo programma in vista delle elezioni federali di ottobre, nonostante i risultati deludenti ottenuti nelle ultime settimane in tre cantoni (Zurigo, Basilea Campagna e Lucerna). Per il presidente del partito, Albert Rösti, è necessario più che altro agire a livello di comunicazione.

"È meglio spiegare agli elettori cosa significherebbe un accordo quadro con l'Unione Europea o una politica climatica immaginata dai Verdi", ha affermato in un'intervista pubblicata martedì dalla Neue Zürcher Zeitung. "Il partito deve mostrare meglio agli elettori che chi vuole una Svizzera libera e sicura in futuro deve votare UDC", ha proseguito il consigliere nazionale bernese.

Di fronte al calo di consensi registrato nelle elezioni cantonali a Zurigo, Lucerna e Basilea Campagna, Rösti non intende tuttavia cambiare strategia: "Siamo un partito che non si allinea agli umori degli elettori, ma a ciò che riteniamo positivo per la Svizzera", ha dichiarato.

L'esempio del Belgio

L'esempio del Belgio

TG 20 di martedì 02.04.2019

 
ATS/eb
Condividi