Maudet non è più presidente

Coinvolto nella vicenda del controverso viaggio ad Abu Dhabi che non pagò di tasca propria, il consigliere di Stato ginevrino rinuncia alla carica

Pierre Maudet ha rinunciato al suo incarico di presidente dell’Esecutivo con effetto immediato. Lo ha annunciato il Consiglio di Stato di Ginevra, attraverso il suo vicepresidente Antonio Hodgers, giovedì durante una conferenza stampa. L'esponente del PLR perde anche la responsabilità gerarchica della polizia, che passa a Mauro Poggia, mentre il ministro delle infrastrutture Serge Dal Busco rileva l'aeroporto; la presidenza è invece temporaneamente affidata ad Antonio Hodgers.

Insieme agli altri consiglieri di Stato
Insieme agli altri consiglieri di Stato (keystone)

La nuova ripartizione dei compiti è stata decisa durante la seduta straordinaria del Governo, alla luce del coinvolgimento di Maudet nella vicenda del controverso viaggio ad Abu Dhabi, che non pagò di tasca propria (vedi correlati).  “Ha dato al Consiglio di Stato informazioni errate in diverse occasioni e ha anche violato le regole riguardanti il ​​protocollo e l'accettazione dei doni” ha dichiarato Antonio Hodgers.

 

Inoltre, alcuni ispettori della polizia giudiziaria sono coinvolti nelle indagini del pubblico ministero. Questo nuovo elemento ha portato a "l'allargamento del perimetro di protezione" attorno al 40enne, ha affermato il neo presidente.

 

ATS/YR

Maudet fa un passo indietro

Maudet fa un passo indietro

TG 20 di giovedì 13.09.2018

 
 

 

YR
Condividi