"No all'aumento dei premi"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
"I costi provocati dalla pandemia legata al nuovo coronavirus, che in Svizzera ha contagiato 23'280 persone e provocato 895 decessi, non avranno ripercussioni sui premi delle assicurazioni malattia del 2021". Lo ha affermato giovedì Verena Nold, presidente di Santésuisse. Interrogata dal giornale economico Agefi, Nold ha spiegato che le casse malati potranno fare ricorso alle proprie riserve. "Attualmente non vi è motivo di preoccuparsi particolarmente, le assicurazioni malattia dispongono di riserve solide e sufficienti per fronteggiare questa crisi senza dover ricorrere ad un aumento dei costi".
Condividi