Obbligo test non fa unanimità

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
L’associazione degli ospedali H+ e quella delle organizzazioni di aiuto a domicilio, contrariamente ai cantoni, non si oppongono ad un eventuale obbligo di test Covid per il personale sanitario non vaccinato. Tuttavia, un tale obbligo significherebbe costi più elevati, non coperti dalle tariffe attuali. Il loro finanziamento deve quindi essere chiarito in anticipo, scrive H+ in una nota. Ci sono già organizzazioni di aiuto a domicilio che testano il loro personale non vaccinato. La competenza per decretare un tale obbligo è dei cantoni, e Spitex accoglierebbe con favore una regolamentazione uniforme in tutta la Svizzera.
Condividi